Acero riccio

Ordine: Sapindales

Famiglia: Sapindaceae 

Genere: Acer

Specie: A. platanoides

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero deciduo che raggiunge i 30 metri di altezza e i 200 anni di età. Ha fusto slanciato e diritto, con chioma espansa.

Corteccia: inizialmente liscia e bruna-grigiastra, con l’età si fessura senza distaccarsi in placche.

Foglie: semplici, grandi fino a 20 cm e palmato-lobate, con 5-7 lobi ciascuna. I lobi terminano con una punta acuta, allungata e leggermente ricurva, da cui deriva il nome “Acero riccio”.

Fiori: portati in colimbi eretti, di colore giallo-verdastro e con 5 petali. La fioritura avviene in primavera, poco prima della fogliazione.

Frutti e semi: disamara lungamente peduncolata con ali sottili lunghe 4-5 cm.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria dell’Europa centro-orientale che non supera i 1.300 m di quota. Predilige le zone montane in associazione con il faggio, l’abete bianco e l’abete rosso. È l’acero più esigente dal punto di vista del terreno: vuole terreni profondi, fertili e non acidi.

 

UTILIZZO

Il legno viene usato per strumenti musicali e per mobili fini.

 

CURIOSITA’

Il nome scientifico della specie “platanoides” deriva dalla somiglianza delle sue foglie con quelle del platano.

What's your reaction?
2Cool0Upset2Love0Lol

AmbienteAcqua Onlus ©. Tutti i diritti sono riservati.

to top