Cedro dell’Atlante

Ordine: Pinales

Famiglia: Pinaceae

Genere: Cedrus

Specie: C. atlantica

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero sempreverde che può raggiungere i 45 m di altezza, molto longevo, superando i 500 anni di età. Il fusto è dritto mentre la chioma, inizialmente piramidale, tende ad espandersi con l’età.

Corteccia: liscia e lucente inizialmente, diventa di colore bruno-grigiastro e tende a fessurarsi in piccole squame.

Foglie: aghiformi, lunghe 15-20 mm e persistenti sulla pianta per 3 anni. Sono spesso riunite in ciuffi di 20-40 unità.

Fiori: essendo una conifera non produce fiori veri e propri, ma microsporofilli maschili e macrosporofilli femminili raggruppati in strobili.

Frutti e semi: strobili, detti anche coni o pigne, a forma ovoidale che impiegano 2 anni per maturare. Gli strobili femminili, di colore verde-rossastro, hanno dimensione maggiore rispetto a quelli maschili, giallastri.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria del Nord Africa, tra Marocco e Algeria, introdotta in Europa nel XIX secolo. Risulta indifferente alla tipologia di suolo, ma predilige terreni freschi e silicei.

 

UTILIZZO

Il legno, profumato, durevole, e resistente agli agenti atmosferici, viene usato nell’ambito delle costruzioni, e per lavori di ebanisteria. Viene usata anche come pianta ornamentale.

 

CURIOSITA’

What's your reaction?
0Cool0Upset0Love0Lol

AmbienteAcqua Onlus ©. Tutti i diritti sono riservati.

to top