Cedro del Libano

Il cedro del Libano: l’abitante della Foresta di Dio.

Ordine: Pinales

Famiglia: Pinaceae

Genere: Cedrus           

Specie: C. libani

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero sempreverde che può raggiungere i 40 m di altezza e i 1.000 anni di età. Ha chioma densamente ramificata, prima piramidale e successivamente a forma appiattita.

Corteccia: di colore bruno-nerastro, fessurata.

Foglie: aghiformi, portate sia singolarmente che a ciuffi di 20-30 aghi per brachiblasto. Persistono dai 3 ai 6 anni sulla pianta.

Fiori: essendo una conifera non presenta fiori veri e propri, ma microsporofilli maschili giallastri e macrosporofilli femminili rossastri.

Frutti e semi: pigne resinose a forma di botte con apice arrotondato. Dopo 3 anni dalla formazione si sfaldano disperdendo semi muniti di una grande ala.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria del Libano e del Mediterraneo orientale. Predilige i terreni poveri e sciolti.

 

UTILIZZO

Il legno, di ottima qualità, compatto e con aroma penetrante, è apprezzato fin dall’antichità per la sua durata e la resistenza al degrado; è utilizzato sia per materiali da costruzione sia per mobili. Viene usato anche come albero ornamentale.

 

CURIOSITÀ

Nell’antichità il cedro del Libano era il simbolo dell’altezza, della grandezza e della potenza ed era ritenuto in grado di proteggere gli edifici dalle negatività e dai danni del tempo. Gli esemplari considerati i più belli e spettacolari al mondo sono quelli della Foresta dei cedri di Dio, in Libano, dichiarata Patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

La specie è rappresentata nella bandiera del Libano.

Corteccia

Aghi a ciuffo

What's your reaction?
4Cool0Upset0Love0Lol
to top