Rovere

Ordine: Fagales

Famiglia: Fagaceae

Genere: Quercus

Specie: Q. petraea

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero deciduo che raggiunge i 35-40 m di altezza. Ha fusto robusto e dritto, che si diparte in rami molto in alto. I rami principali formano con il fusto un angolo acuto, caratteristica che la distinguono dalla farnia.

Corteccia: fessurata con solchi poco profondi che la dividono in placche rettangolari.

Foglie: semplici, a forma oblungo-ovata con lobi poco profondi. Si differenziano in foglie di luce e foglie d’ombra: quelle di luce sono più coriacee e hanno un maggior numero di stomi, mentre quelle d’ombra sono di consistenza erbacea.

Fiori: posti all’apice del rametto. Fiori maschili riuniti in amenti penduli giallastri; fiori femminili solitari o riuniti a formare capolini da 2-5 unità.

Frutti e semi: achenio detto ghianda, con cupola formata da squame uguali e appressate strettamente.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria dell’Europa, si trova piuttosto sporadica nei boschi misti di latifoglie tra cui i Querco-carpineti. Tollera la siccità grazie all’apparato radicale profondo e predilige suoli sciolti e sabbiosi. Si trova fino ai 1800 metri di quota.

 

UTILIZZO

Il legno viene usato per pavimentazioni, mobili e botti da invecchiamento per vini e liquori. Ottimo combustibile, viene utilizzato anche per la produzione di carbone.

 

CURIOSITÀ

Il nome specifico indicherebbe il fatto che la pianta ama i luoghi pietrosi ben drenati.

What's your reaction?
2Cool0Upset0Love0Lol

AmbienteAcqua Onlus ©. Tutti i diritti sono riservati.

to top