Storace americano

Ordine: Saxifragales

Famiglia: Altingiaceae

Genere: Liquidambar

Specie: L. styraciflua

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero deciduo alto fino a 40 m, con fusto eretto e slanciato, molto ramificato. Ha chioma densa e arrotondata.

Corteccia: grigiastra e liscia da giovane, diventa di colore bruno con sfumature rossastre e solcata, con l’età.

Foglie: semplici, alterne e palmate con 5-7 lobi, con apice acuminato e margine seghettato.

Fiori: fiori maschili di colore giallognolo raggruppati all’apice dei rami. Fiori femminili di colore verde, solitari e pendenti.

Frutti e semi: composti da numerose piccole capsule, dette capsiconi, concresciute a formare infruttescenze globose. Ogni capsula, portata sino alla fine dell’inverno, contiene 1-2 semi alati.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria del Nord America, introdotta in Europa nel 1681. Preferisce i terreni sciolti, ben drenati, a pH neutro o leggermente acido.

 

UTILIZZO

Dall’incisione della corteccia si estrae una resina dall’aroma d’incenso, l’ambra liquida, da cui prende nome la specie; viene impiegata in profumeria e come aromatizzante della gomma da masticare e del tabacco. Il legname, di qualità mediocre, è usato per impiallacciature e per piccoli contenitori; dai cinesi è impiegato per costruire le cassette destinate alla conservazione del thè. Viene usata anche a scopi ornamentali grazie ai colori molto appariscenti della chioma autunnale.

 

CURIOSITÀ

Già gli Aztechi usavano la resina prodotta per scopi medicinali contro numerose malattie, tra cui malattie da raffreddamento e mal di denti.

What's your reaction?
0Cool0Upset1Love0Lol

AmbienteAcqua Onlus ©. Tutti i diritti sono riservati.

to top